cambio del tema

Ad un anno dalla pubblicazione dell’ultimo post, ho deciso di modificare il tema grafico del sito. In questo modo ho fatto tornare la barra laterale mettendo più in vista gli argomenti discussi sino ad ora e – sopratutto – i Vostri commenti che nel tempo non sono mai mancati.

Chissà che non riprenda anche a scrivere qualcosa uno di questi giorni…

Raffinare il nostro sito utilizzando i Post Formats

Nel campo del blogging una delle novità stilistiche più interessanti è stata quella di differenziare tipo-graficamente i contenuti pubblicati nel proprio spazio personale a seconda della loro natura. Citazioni, file audio, video, fotografie, gallerie e articoli in senso classico, ciascuno pubblicato enfatizzando la propria diversità rispetto agli altri, cercando di mantenere un trait d’union nel tutto.

A (mia) memoria si deve a Tumblr l’aver sdoganato questo metodo di pubblicazione, ed al mercato professionale quello di far pubblicare su WordPress qualcosa di diverso dal classico concetto di “post”.

Mentre per la pubblicazione avanzata di contenuti particolari lo sviluppatore WordPress deve dare un forte rimaneggiamento al codice del nostro CMS preferito, su un “classico” blog self-hosted e qui su WordPress.com possiamo far uso di template che utilizzino i cosidetti Post Formats. Al momento in cui scrivo questo articolo sulla nostra piattaforma d’elezione abbiamo oltre 50 temi che supportano questa funzionalità, mostrando i nostri contenuti, come detto, secondo una formattazione propria del contenuto pubblicato.

Al momento ciascun tema può supportare tutti o un sotto-insieme di Formati, tra cui: immagini, video, citazioni, link, file audo, piccole porzioni di testo chiamate ‘digressioni’ (“asides” per chi usa l’interfaccia in lingua inglese). Per vedere quali formati supporta il tema che si sta utilizzando basterà andare in Bacheca, Articoli e provare ad aggingere un nuovo articolo, nella colonna a sinistra apparirà un modulo che elencherà i tipi di Formato a disposizione:

Format Module

L’uso degli “Articoli Formattati” è del tutto opzionale, se il tema che stiamo usando li supporta, infatti, potremo ignorare le varianti e continuare ad usare il formato Standard. Ancora, il loro utilizzo è del tutto gratuito, non sarà infatti necessario dover disporre del  custom CSS upgrade per abilitarli nel tema che vogliamo usare.

I temi più popolari su WordPress.com ora supportano i Post Formats

Tra i lavori dietro le quinte svolti quotidianamente da Automattic vi è stato, infatti, la riscrittura dei venticinque (25) temi più popolari usati nella piattaforma per far si che beneficiassero di questa funzionalità. Tra questi temi possono essere menzionati temi gratuiti quali Pilcrow,Manifest e Bueno o premium come Elemin. Proprio usando quest’ultimo ci piace riportare una schermata dove possiamo vedere all’opera questa funzionalità:

Formato Immagine:

Image Format

Formato Video:

Video Format

Formato Citazione:

Quote Format

Formato Link:

Link Format

Formato Audio:

Audio Format

Formato Digressione:

Aside Format

L’uso di icone stilizzate correda ciascuna tipologia di articolo in questo template, mentre ciascun tema fa uso delle proprie tecniche ed escamotage per la loro rappresentazione. Possiamo visualizzare qui tutti i temi che supportano i Post Formats nella sezione Showcase dei temi e scoprirne, di ciascuno, aspetto e funzionalità.

Buon lavoro!

WordPress.com ed i miglioramenti delle funzioni di Condivisione

L’autunno è una stagione di cambiamenti dopo la pausa estiva e i ragazzi di WordPress.com non si fanno trovare con le mani in mano. In questo articolo parleremo delle funzionalità e delle modifiche fatte alle opzioni di condivisione che la piattaforma rende disponibili.

Le funzionalità di Condivisione, sinora, hanno permesso solamente la connessione di un unico account per social network alla volta. Questo ha reso le cose complicate nel caso uno avesse la necessità di riportare la notizia su più spazi all’interno dello stesso social, ad esempio su due account Twitter (uno personale ed uno professionale) oppure su due Tumblr distinti.

Da qualche a tempo a questa parte questa limitazione è stata rimossa ed ora per ciascun social network supportato (FacebookTwitterTumblrYahoo!, e Linkedin) il pannello di configurazione dell’area Condivisione permette di collegare quanti account vogliamo.

Un’altra nuova funzionalità del pannello di Condivisione è quella di poter gestire i vari account tra utenti del blog nel caso di configurazioni multi-autorali. Piuttosto che costringere ciascun utente a collegare il proprio account sul proprio social network preferito, nel momento in cui si crea la connessione tra WordPress.com e LinkedIn (per esempio) verrà chiesto se questo dovrà essere disponibile a ciascun membro del blog o meno. In caso di risposta affermativa, indipendentemente da chi pubblicherà la notizia, questa potrà essere diffusa sullo spazio LinkedIn abilitato.

{Spero di esser stato chiaro nello spiegare questo passaggio, NdA}

È stato inoltre migliorato il processo di caricamento delle immagini quando la condivisione viene fatta verso Facebook. Le immagini ora sono caricate con una migliore qualità ed organizzate all’interno di uno specifico album se utilizziamo la funziona Condivisione di WordPress.com.

Trovate utili queste nuove funzionalità? Aspetto commenti!

Sondaggio: vi interessano i temi a pagamento di WordPress.com?

WordPress.com, dopo una lunga fase di assestamento dell’infrastruttura che le ha garantito il primato nell’affidabilità dei servizi offerti, vista l’esplosione dei siti web di microblogging (Tumblr, Posterous ed altri) sta accelerando col rilascio di nuovi temi, sia gratuiti che a pagamento, che possano incoraggiare nuovi utenti a scegliere la piattaforma o a fidelizzare maggiormente quelli già presenti.

Molti di quelli tecnicamente (o stilisticamente) più all’avanguardia sono a pagamento. Quest’inizio anno, poi, è stato particolarmente ricco di annuncio di rilascio di temi Premium.

A questo punto mi son chiesto se a voi lettori interessi che su questa pagine se ne riporti notizia e gli si dia spazio?

A voi la parola!

P.S. = Mi piacerebbe anche che al voto venisse associato anche un commento sull’argomento in maniera da conoscerci meglio!