Il tag more e i feed

Del tag <!- – more – -> ne avevo parlato in precedenza sul post “Spezzare i post su WordPress.com” ed avevo aggiunto che, purtroppo, l’utilizzo di questo tag aveva come effetto secondario la pubblicazione del post mozzato anche sui feed.

Nelle ultime ventiquattr’ore, però, sono apparsi più thread sul forum inglese di wordpress.com di utenti che si meravigliavano per la silenziosa scomparsa di questa indesiderata “funzionalità”. Ho controllato ed è davvero così: da subito, se avrete scelto l’impostazione per la pubblicazione dei feed completi, i vostri feed conterranno i post interi anche se utilizzate il tag more. Bella sorpresa, no?

Spezzare i post su WordPress.com

Capita di scrivere post lunghetti e di non volere che occupino tutta la prima pagina del blog affossando i post precedenti. Per ovviare a questo inconveniente, WordPress.com offre un tag apposito da inserire nel testo del post, laddove lo si voglia spezzare: il tag <!- -more- ->; il simbolo corrispondente nell’editor grafico è:
Tag more per spezzare i post

Questo tag genererà un link, il cui testo (quasi sempre in inglese) dipende dal tema utilizzato, che apparirà nella pagina iniziale direttamente di seguito al testo sotto cui è stato posizionato.

Niente di speciale, fin qui. Avrete però notato che, su questo blog, il testo non è sempre uguale, ma cambia a seconda del post (o del mio umore). I blog di WordPress.com, infatti, hanno una peculiarità: il testo generato dal tag <!- -more- -> può essere cambiato a piacere di volta in volta semplicemente inserendolo nel tag stesso. Quindi, per esempio il codice <!- -more continua a leggere…- -> genererà un link dal testo “continua a leggere…“. Chi preferisce utilizzare l’editor grafico (cosa che io sconsiglio vivamente, specialmente se avete l’abitudine di scrivere i vostri post con programmi come Word) non dovrà fare altro che visualizzare il codice generato cliccando su “codice” e modificare il tag come sopra.

Ultima avvertenza: se utilizzate questo tag per spezzare i vostri post, questi risulteranno spezzati anche nel feed dei post del vostro blog, il che significa che coloro che vi leggono via feed saranno costretti a visitare il blog per leggere il testo successivo al tag (cosa che non tutti apprezzano) e non c’è modo di ovviare al problema.

Fonte: But wait, there’s more!