buon 2013!

Happy New Year

Bentrovati amici miei!

Un altro anno è iniziato e benché alcune cassandre (non me ne voglia Leonardo) continuino a proclamare la morte dei blog (personali) io non me la sento di chiudere baracca e quindi, indovina? Continuerò a scrivere in queste pagine.

Chi tra noi ha già un blog ospitato sulla piattaforma WordPress.com avrà senz’altro ricevuto un’email tra il 30 ed 31 dicembre scorso con una rassegna dell’andamento delle cose nell’anno 2012.

La pagina riassuntiva dell’anno 2012 per Usare WordPress.com l’ho resa pubblica mentre scrivevo queste righe.

In circa 70000 avete letto quanto prodotto negli anni da me ed Isadora (purtroppo oberata di lavoro e non più in grado di partecipare alla conduzione di questo spazio ormai in mia piena mercé). Ho pubblicato 47 nuovi articoli, tra traduzioni di post del blog ufficiale della piattaforma, remake pubblici di risposte date per e-mail in forma privata a chi mi contatta ed altro.  Circa un terzo dei post pubblicati dall’agosto 2007 quando questo spazio on-line è nato.

Nonostante questo:

Alcuni dei tuoi articoli più popolari sono stati scritti prima del 2012. I tuoi scritti restano! Potresti pensare a scrivere ancora sugli stessi temi.

Per certi versi la cosa è incoraggiante, vuol dire che abbiamo scritto cose che avevano hanno un senso ed un’utilità. Per altri un po’ deprimente, perché forse il lavoro che faccio è inutile e superato da voi lettori, probabilmente ben più smaliziati di quel che ritengo.

Ad ogni modo ho quattro bozze in canna, alcuni altri articoli segnati come ‘da tradurre‘ e quindi il mantra è “si continua!”. A rileggerci (presto) quindi!!!

dove nel mondo?

Se siete tra coloro i quali si chiedevano quale fosse la provenienza dei propri visitatori sul blog quest’articolo cade a fagiolo.

Cliccando sul tab le mie Statistiche sulla homepage di WordPress.com vedremo la nuova schemata, di cui questa è un esempio:

… possiamo vedere il nuovo pannello Visite per Nazione. Abbiamo oggi a disposizione un dettagliato report delle nazionalità dei nostri visitatori:

Cliccando sul nome di una nazione, o posizioniamo il mouse sopra una di esse, potremo zoomare in maniera da vedere maggiormente in dettaglio le singole provenienze.

Le pagine di sommario riportano tutte le statistiche raccolte, come sempre, per la settimana precedente, il mese ed il trimeste precedenti assieme ad un sommario totale (dal momento di inaugurazione del blog). Poichè però si tiene traccia della nazionalità dei visitatori dallo scorso marzo bisogna fare presente che il numero totale delle visite e di quelle di cui si conosce la nazionalità sarà differente.

Il team di WordPress.com spera di aver fatto cosa gradita introducendo questa funzionalità e ci promette ulteriori evoluzioni per la pagina delle Statistiche, staremo a vedere!

Articolo di riferimento: Where in the World?

una nuova casa per le Statistiche

Siete anche voi dei maniaci del controllo delle stastistiche d’accesso al proprio sito web?  In case affermativo sappiate che non siete soli!

La scheda delle Statistiche presente in Bacheca è risultata essere da sempre tra le più popolari fra le schermate di amministrazione. Sappiamo tutti quant’è gratificante visualizzare quante persone hanno visitato il nostro spazio online.

Con la pagina iniziale di WordPress.com che si sta evolvendo nella principare interfaccia della piattaforma per pubblicare, esplorare, seguire e leggere blog, è sembrato naturale introdurre qui una sezione per la visualizzare le statistiche.

My Stats Tab on WordPress.com

Statistiche stanno diventando sempre di più una maniera per interagire con i propri letteri o gli altri blogger.

Per il momento troveremo ancora nella pagina principale della Bacheca un sommario delle statistiche, così come una intera sezione della stessa ma, nel tempo, il tab  My Stats sulla pagina principale di WordPress.com diventerà la casa per una piena e completa visualizzazione delle statistiche d’accesso del nostro sito (almeno questa è l’intenzione attuale del team di sviluppo).

Il sommario degli accessi nelle ultime 48 ore presente nella barra d’amministrazione visualizzata in alto ad ogni sito di WordPress.com quando siamo autenticati sulla piattaforma, invece, continerà a rimanere visibile.

Nello spostamento in home delle Statistiche il team ha anche colto l’occasione per dare una rinfrescata al look & feel delle stesse applicando delle piccole, ma significative, modifiche agli spazi delle varie sezioni ed arrotondando l’area di visualizzazione dei gravatar dei nostri commentatori, raggiungendo un miglior grado di leggibilità:

Stats Before and After

Ovviamente i lavori non si fermano qui e sono in corso test di implementazione di diverse funzionalità richieste dagli utenti. Per citarne una quella di poter visualizzare la nazionalità dei nostri lettori.

Sparklines, monitorizza le statistiche d’accesso del tuo blog

Il team dietro a WordPress.com è sempre al lavoro sulla piattaforma, come i più attenti utilizzatori possono vedere quasi quotidianamente attraverso piccole e grandi modifiche dell’interfaccia. Qualche giorno fa ce ne sono state un paio che hanno coinvolto il meccanismo delle Statistiche d’accesso ai siti ospitati su questa piattaforma.
La prima interessa chiunque abbia un blog su WordPress.com. La seconda soltanto chi ha impostato come Privato il proprio sito.
Andiamo a vedere di che si tratta.

Da qualche mese, una volta effettuato l’accesso sulla piattaforma, navigando sui siti ospitati su di essa (che sia il nostro o di altri non importa), è visibile quella che è stata definita la Barra di Amministrazione. Quando siamo su di un blog di nostra proprietà sulla destra è visibile un piccolo istogramma, definito sparkline (da cui il titolo), eccone un esempio:

L’istogramma è composto da 48 barrette verticali che rappresentano gli accessi eseguiti nelle ultime 48 ore sul blog in esame. È stato anche introdotto un ‘gradiente’ di colore più scuro a rappresentare le ore notturne basandosi sulle impostazioni date al proprio blog. In questo modo è sempre possibile avere sott’occhio l’andamento degli accessi più recenti.

Il grafico costituisce anche un link rapido alla sezione Statistiche complete nella propria Dashboard in modo che una panoramica globale sia più facilmente disponibile che in passato. La sparkline è stata resa disponibile da qualche tempo anche a chi ha una propria installazione di WordPress.org attraverso il plugin (gratuito) Jetpack.

Andiamo ora ad esaminare la seconda novità, riguardante i blog “privati”. Ricordiamo che tali blog sono solamente visibili ai loro amministratori ed agli utenti che essi hanno abilitato. Ebbene si è deciso di modificare il comportamento per cui le visite degli utenti di un singolo blog non venissero visualizzate (aggiunte) a quelle dei normali lettori. In questo modo però un blog privato avrebbe sempre 0 visite, motivo per cui si è deciso di interrompere questa politica ed ora anche le attività degli utenti registrati vengono monitorare e visualizzate.

A presto!

--
Riferimento: Watch your traffic grow with Sparklines