Widget ufficiale per la Cookie-Law europea

Dopo un mese di osservazione degli eventi e dei chiarimenti del Garante della privacy italiano e delle altre Autorità europee preposte alla tutela della privacy dei cittaditi, Automattic / WordPress.com ha sfornato un widget ufficiale.

Qui l’annuncio del rilascio del widget.

https://en.support.wordpress.com/cookie-widget/ questa, invece, la pagina con la documentazione ufficiale (per il momento in lingua inglese) sul comportamento della stessa.

A breve cercherò di fornire una versione tradotta (vediamo se tramite canali ufficiali o meno). A presto!

La gestione dei link, aggiornata al 2015

Nei commenti è venuta fuori l’esigenza di chiarire ancora come gestire un insieme di link all’interno della pagina web del nostro spazio su WordPress.com.

Per una corretta gestione dei link, mantenendo una coerenza temporale, anche in vista di un cambiamento di template, lo strumento a nostra disposizione è il widget LINK.

WordPress.com oggi non usa più la dicitura Blogroll (menzionata nel nostro post del 2007), ma una esplicita voce Link nella  Bacheca del nostro sito. [Ricordo che nei miei screenshot le diciture sono in inglese per la mia specifica scelta di come visualizzare l’interfaccia di gestione]

condivisione link (blogroll) 01

Cliccando sulla voce di menù Link veniamo portati in una sezione dove poter modificare la nostra collezione di link (precedentemente inseriti) o aggiungerne di nuovi. Per la spiegazione delle varie voci, nel momento in cui si voglia aggiungerne di nuovi, fate riferimento al nostro vecchio post sopra menzionato.

condivisione link (blogroll) 02

Anche i link hanno una Categoria, e ricordiamoci anche un voto ed un id-numerico per un eventuale ordinamento. Una volta che abbiamo inserito tutti i link che desideriamo andiamo a vedere come inserirli nel nostro sito.

Andiamo quindi nella sezione Aspetto e quindi Widget della nostra Bacheca. Qui andiamo selezionare il widget Link nell’area di quelli disponibili e trasciniamolo nell’area messa a disposizione dal tema in uso; una colonna laterale (Sidebar) o in un’Area del Footer.

condivisione link (blogroll) 03
aggiunta widget LINK – clicca per ingrandire

Adesso potremo scegliere quali link visualizzare nel tema, se tutti o specifiche categorie. Così come potremo gestire l’ordinamento della loro visualizzazione (per titolo, ID, voto) e ancora se visualizzare o meno per ciascuno di essi alcuni parametri. Infine potremo decidere quanti link visualizzare nel widget.

Concludo facendo notare che possiamo avere visualizzati nel tema più copie dello stesso widget. Ad esempio posizionando diversamente link di siti amici, e link dei nostri sponsor o altro.

Twitter Timeline Widget

Piccola novità con il post di oggi, parleremo infatti di una funzionalità che interessa sia chi ha un sito qui su WordPress.com sia chi ne mantiente una istanza self-hosted del CMS WordPress *e* utilizza il plugin JetPack. In particolare ci concentreremo sul widget relativo a Twitter e di come questo si sia modificato nel tempo, supportando la funzionalità di Timeline che permette una interattività tra il nostro flusso di cinguettii e chi ci legge, direttamente sulle pagine del nostro sito …

Embed mediante shortcode

In prima istanza dovremo andare sul sito di Twitter, autenticarci e provvedere a creare il nostro Twitter Widget. Qui potremo scegliere il nostro schema di colori per la sua visualizzazione nonché le sue dimensioni. Una volta fatto non ci resterà che cliccare sul tasto di salvataggio “Save Changes.” – per chi come me mantiene l’interfaccia in lingua inglese.

Per inserire quindi il widget appena creato in un qualunque post appena creato sul nostro spazio WordPress.com ci basterà copiare il seguente shortcode nell’editor del post:

[twitter-timeline id=1234 username=yourhandle]

Nello shorcode, l’id è quella lunga sequenza numerca che possiamo visualizzare nella URL quando stiamo editando il nostro widget, mentre il nostro username è quello usato su Twitter (ricordandoci di levare la @ che lo precede … quindi da @kOoLiNus -nel mio caso, a solo `kOoLiNuS`.

twitter-widget-id

e ancora:

twitter-timeline-wordpress

Lo screenshot mostra in un’immagine quanto sopra riportato. Una volta fatto ciò, e salvato, otterremo un risultato come il seguente:

Tweets by @wordpressdotcom

Twitter Timeline Widget

Veniamo ora ai cambiamenti occorsi nel wiget Twitter Timeline ed al suo nuovo aspetto, in qualunque area abilitata ad ospitarlo.

Configurazione del Widget

Per attivare il widget, come noto, ci basterà trascinarlo dall’area dove sono elencati quelli disponibili nella nostra sidebar (o footer, o testata, a seconda del tema) all’interno della Bacheca una volta che avremo seguito il percorso Aspetto -> Widget. Le nuove opzioni di configurazione sono le seguenti:

twitter-timeline-widget

  • Title (titolo): Serve per impostare un titolo personalizzato al widget come “cinguettii”, “il mio twitter” o “Twit Recenti”.
  • Width (larghezza): Serve a specificare (in pixel) la larghezza del widget che mostrerà la tua timeline. Mantenendo come valore “0″ il sistema cercherà di leggere il foglio di stile in modo che si adatti al meglio alle dimensioni della barra laterale del tema che stai utilizzando.
  • Height (altezza): Questa è l’impostazione con cui dimensionare l’altezza della nostra timeline. Il default è fissato a 400px che, tipicamente, riesce a far visualizzare due o tre dei nostri tweet più recenti (gli altri sono visualizzabili mediante scorrimento).
  • Widget ID: È il numero identificativo, univoco, assegnato al tuo widget su Twitter. Abbiamo visto poco sopra come individuarlo.
  • Layout Options (opzioni layout): Volendo si può lavorare con queste opzioni in modo da modificare l’aspetto standard della propria timeline. Ogni volta che ne selezioniamo uno, salviamo, aggiorniamo la pagina di ‘anteprima’ del sito e visualizziamo il risultato della nostra modifica.
  • Link/Border Color (colore link/bordi): Se ti interessa un’integrazione più spinta del widget con il tuo tema, puoi provare ad inserire il codice colore esadecimale per ciascuna delle due aree specificate.
  • Timeline Theme: Twitter fornisce, di base, due temi standard – uno chiaro ed uno scuro – per la timeline dei suoi utenti. Puoi coordinare l’aspetto del widget anche soltanto andando a scegliere quale dei due meglio si adatta al tema che stai usando.

È tutto. Domande?

Twenty Twelve, il nuovo tema di default di WordPress

Sono ormai anni che il team di sviluppo della piattaforma WordPress orgogliosamente mostra al pubblico un nuovo tema di default con l’approssimarsi di una nuova annata di lavoro. Questi temi sono affettuosamente denominati Twenty Something… 😀

Ognuno di questi temi, diventando il portabandiera di tutta la piattaforma, deve ricoprire al meglio la più ampia varietà d’usi e gusti, dal blog al portale web, deve supportare al meglio tutte le caratteristiche tecniche ed editoriali della piattaforma e, ovviamente, essere estericamente accattivante ed “eccitante“.

Diamo quindi il benvenuto al nuovo tema di default per WordPress per l’annata 2012/2013 …

Twenty Twelve è un tema elegante, altamente leggibile, e completamente reattivo (responsive in gergo tecnico) che rende fruibile al meglio i contenuti del tuo sito web su qualunque dispositivo tu lo legga.

Un componente chiave di questo tema è il nuovo template realizzato pensato per la home page. Da tempo, infatti, si è andata affermando come una valida scelta l’utilizzo di WordPress come content management system (CMS) a tutto campo, sconfinando dal mero ambito di gestore di contenuti solamente di tipo diario/blog. Oggi WordPress è un CMS utilizzato da una vasta platea che ne sfrutta le potenzialità per organizzare qualunque tipo di contenuto. Il nuovo design della home page va incontro a chi ha necessità di questo tipo, rappresentando una ottima pagina introduttiva al sito web che si presenta ad un visitatore. I contenuti della home page (testo, immagini, video, qualunque cosa ti piaccia) risaltano nell’area superiore, mentre in basso possiamo organizzare widget specifici per ciascuna pagina del nostro sito.

Il design attento ad ogni dettaglio è la caratteristica di questo nuovo tema. A partire dall’attento sviluppo per renderlo perfetto nella visualizzazione su dispositivi mobili, Twenty Twelve può essere fruito su ogni tipo di dispositivo, dal piccolo schermo di uno smartphone tradizionale ai più recenti e grandi display HiDPI/retina. A prescindere dalla risoluzione il tema rimane usabile e accattivante esteticamente.

Per incrementarne la leggibilità Twenty Twelve fa uso dell’ottima font Open Sans (parte dei Google Web Fonts). Nettamente diverso dai font di default del recente passato, a parere dell’autore questa font riesce a far risaltare i testi e a dar loro un look moderno e molto “pulito”.

Ci sono poi ulteriori due elementi che distinguono Twenty Twelve dai suoi predecessori Twenty Something.

Primo: lo stile adottato per caratterizzare ciascun formato di post disponibile (perché ovviamente il tema li supporta tutti) rimane consistente sia nella vista singola che in quella tradizionale ad elenco. Link, citazione, note a margine (gli aside) e i post immagine che decideremo di pubblicare come tali durante il loro editing, verranno mostrati in maniera differente da come apparirebbero con un tema tradizionale, e contribuiranno a dare un look-and-feel unico e personale al nostro sito.

Secondo: possiamo notare come l’immagine personalizzata in testata NON sia visibile nella configurazione di default del tema. A differenza di Twenty Ten e Twenty Eleven, questo tema non viene fornito di una serie predefinita di immagini da usare come header del sito, ne utilizza le featured image come dei larghi banner sopra i post e le pagine. Ovviamente se si decide di caricare una propria immagine da usare come immagine di personalizzazione della testata sarà possibile farlo.

La pagina Theme Showcase di Twentt Twelve è il posto dove visualizzare tutte le informazioni tecniche in merito e, sopratutto, dove vedere in funzione una demo del tema e link ad altri utenti della piattaforma che l’hanno adottato come proprio e l’hanno personalizzato, in maniera da trarne spunto ed ispirazione nel caso volessimo fare altrettanto.

Sviluppato da Drew Strojny e rifinito dall’intera comunità di WordPress, Twenty Twelve è sin d’ora disponibile nella nostra bacheca di WordPress.com semplicemente andando ad attivarlo nel menù Aspetto → Temi.

La versione per chi utilizza la versione self-hosted di WordPress.org dovrà invece aspettare ancora un po’ prima di poterlo adottare, perché sarà incluso nella directory di temi WordPress.org Extend solamente con il rilascio ufficiale della versione 3.5 della piattaforma più avanti nel corso dell’anno.

Fateci sapere cosa ne pensate nei commenti!